Borghi e Castelli di Piemonte e Liguria in Moto Deutsch
Sei qui: homepage Savona Da Albissola Marina a Pontinvrea
PDF  Stampa  E-mail 

Itinerario 6Da Albissola Marina a Pontinvrea

panorama

Ceramiche artistiche e itinerari di scoperta attraverso una tradizione vitale e percorsi a piedi e a cavallo

Percorrere un tratto di statale Aurelia ad Albissola Marina significa correre paralleli ad una grande opera a cielo aperto, la Passeggiata degli Artisti, inaugurata nel 1963. Si tratta di un mosaico pavimentale con le realizzazioni di artisti internazionali.

Da vedere la Chiesa di N.S. Della Concordia del sedicesimo secolo, con facciata barocca e sagrato a risseu (realizzazione tipica con ciottoli bianchi e neri), e Pozzo Garitta, un angolo storico ancora oggi sede di fornaci e di studi di artisti.

Nei pressi è visitabile Villa Faraggiana, esempio di residenza settecentesca di villeggiatura oggi museo; si possono ammirare arredi ed opere ottocentesche, la Galleria delle Stagioni con il pavimento di maiolica del XVIII secolo e l'ampio parco.

Attraversando il ponte sul torrente Sansobbia si giunge ad Albisola Superiore. La città attuale è sorta nel 1400 come Borgo Basso.

Le Albisole sono terra di ceramica; la tradizione artistica risale al XV secolo; caratteristico è lo stile bianco blu, con decorazioni monocrome. Ovunque si incontrano atelier, fornaci e botteghe e si organizzano mostre, convegni e mercati specifici.

Numerosi musei permettono di scoprire questi tesori; da non perdere il Museo della Ceramica Manlio Trucco di Albisola Superiore, la Fondazione Museo Giuseppe Mazzotti 1903 e la Casa Museo Jorn ad Albissola Marina.

Proseguendo si percorre corso Mazzini, superando i resti di una villa romana di epoca imperiale (Alba Docilia), e Villa Gavotti, residenza settecentesca tuttora privata.

Si lascia sulla sinistra il centro storico di Superiore con la cinquecentesca Chiesa di San Nicolò. In pochi chilometri il paesaggio si trasforma, si inizia a salire verso le colline, tra prati e boschi interrotti da piccoli borghi; numerosi sono i locali dove si possono assaggiare i piatti della tradizione ricchi di profumi.

Oltrepassato il Santuario della Madonna della Pace si giunge a Stella San Giovanni, capoluogo di cinque località che traggono il nome di “stella” dalla loro disposizione. Oltrepassando Santa Giustina si giunge al Passo del Giovo, a 516 metri sul livello del mare, punto di incontro tra la valle del Sansobbia e la valle dell'Erro. Proprio per la posizione strategica in questi luoghi vennero costruiti tra il 1870 e il 1880 sei fortificazioni che dominano le vallate circostanti. Sfruttati ancora durante la seconda guerra mondiale e, in parte, sino agli anni Ottanta per campi militari, i forti sono visibili direttamente dalla statale (bivio per Pontinvrea e Sassello) o nelle immediate vicinanze spostandosi verso entrambe le località. Da qui partono numerosi sentieri adatti per gli escursionisti e le passeggiate a cavallo.

Proseguendo si giunge a Pontinvrea, nella valle dell'Erro. Feudo dei marchesi d’Invrea, come testimonia il palazzo Marchionale seicentesco che si affaccia sulla strada con un ampio porticato, vide le battaglie tra i marchesi del Monferrato e Genova per pregiato legname della zona, utilizzato dai cantieri navali della vicina Varazze.